lunedì 28 maggio 2012

Un'agronuvola a supporto dell'agricoltura giapponese

Sono 6,7 milioni le famiglie giapponesi impegnate in agricoltura; in Giappone come in Italia, la popolazione agricola è in continuo invecchiamento e suscita sempre più apprensione la difficoltà di tramandare le conoscenze e le esperienze necessarie alla conduzione delle attività agricole alle generazioni più giovani.
Per far fronte a questa problematica e per sfruttare i vantaggiofferti dall'information technology in campo agricolo, è nato agrocloud: si tratta di un progetto sperimentale elaborato da Fujitsu e attivo in dieci luoghi che consente di monitorare le coltivazioni in tempo reale ed eseguire rilievi di parametri climatici, vegetali, pedologici e fitopatologici attraverso una rete di sensori distribuiti su microaree. E' così possibile eseguire una mappatura dinamica di un intero areale.
Grazie ad agrocloud inoltre gli operatori possono fotografare i campi ed inviare le immagini tramite un'apposita applicazione al fine di ottenere consigli sulla gestione colturale.
Gli agrodati sono solo una piccola parte dei cosiddetti big data ovvero un enorme insieme di dati generati in ogni realtà da sensori, social network, aziende, istituzioni pubbliche e cittadini e che necessiteranno di capacità di calcolo sempre più rapide e potenti.


Foto: Flickr

Nessun commento:

Posta un commento