mercoledì 19 settembre 2012

Previsto record di produzione per lo zucchero cinese

Dopo la campagna record del 2007-2008, la Cina si prepare a raggiungere la seconda maggior produzione di zucchero della sua storia, stimata a 13,7 milioni di tonnellate, con un aumento del 19% rispetto allo scorso anno, grazie all'andamento climatico favorevole e ai prezzi record dello scorso anno, che hanno permesso un aumento delle superfici dedicate alla canna da zucchero.
Questo scenario potrebbe portare a una notevole riduzione, se non all'annullamento, dell'import di zucchero da parte del paese asiatico, influenzando enormemente i prezzi internazionali di questa commodity.
I futures si attendono il prezzo più basso degli ultimi due anni, nonostante la siccità abbia ridotto le rese del prodotto brasiliano e grazie anche a condizioni climatiche favorevoli in India. Le quotazioni presso l'Intercontinental Exchange di New York hanno raggiunto il livello minimo, a 18,81 cents/pound lo scorso 6 settembre, per prodotto consegnato in Marzo, dopo il record del 2 settembre 2011 a 36,08 cents/pound.
All'interno dell'indice Standard & Poor’s GSCI, che raggruppa le quotazioni di 24 materie prime, lo zucchero è al terzo posto tra le performance peggiori, dopo tre anni consecutivi di surplus, contribuendo così a limitare i costi dei prodotti alimentari a livello mondiale.
Tuttavia Pechino sta pianificando misure che prevengano un'eccessiva discesa dei prezzi, attraverso la gestione degli stock e un maggior controllo sulle importazioni, per garantire la funzionalità del settore.

Fonte: Bloomberg.com

Nessun commento:

Posta un commento